Salta al contenuto principale Salta alla navigazione principale Salta al piè di pagina
News

8 marzo, Giornata internazionale della Donna

Il perché della scelta di celebrare la Giornata internazionale o Festa della donna proprio l’8 marzo è piuttosto oscuro e come spesso avviene per le date che hanno un valore simbolico appartiene più alla leggenda che alla storia.

Per molti anni si è raccontato che in quel giorno, nel 1908 o 1910, in un incendio in una fabbrica newyorchese fossero morte molte operaie, ma di questo evento non vi è traccia documentale. Un fatto di tale drammaticità risale invece al 25 marzo 1911, negli stabilimenti della Triangle Shirtwaist Factory di New York, che prese fuoco mentre più di cento lavoratrici, soprattutto immigrate, vi erano state rinchiuse per impedirne uno sciopero. In America tuttavia un Woman’s day esisteva già dal 1909, in data diversa, per iniziativa della socialista Corinne Brown, e in Europa analoghe proposte di dedicare una giornata alle donne iniziarono a diffondersi a partire dal 1910, sempre in ambiente socialista, su idea della tedesca Clara Zetkin.

La prima grande manifestazione di donne avvenuta proprio l’8 marzo risale al 1914 in Germania, per la rivendicazione del diritto al voto… Nel corso dei decenni l’8 marzo si è riempito di contenuti sempre diversi…

Le donne italiane lo introdussero nel 1921 e nel ventennio fascista fu bandito ma evidentemente non dimenticato, perché fu ripristinato nelle zone liberate, con la guerra ancora in corso, già nel 1945 grazie all’UDI (Unione Donne Italiane)… nel 1946 assunse carattere nazionale e in Italia si adottò la mimosa a simboleggiarlo… Ma l’8 marzo ‘esplose’ negli anni Settanta: parità salariale, divorzio (ottenuto proprio nel 1970) e riforma generale del diritto di famiglia (1974), legalizzazione dell’aborto (1978), libertà sessuale furono le battaglie principali di quest’epoca in cui sulla scena politica irruppe il movimento femminista. (da Treccani online).

Eventi per l'8 marzo